Non rischi nulla: la pratica procede a nostre spese

Contattaci adesso!

Non ti chiediamo alcuna ricompensa fino al momento in cui tu verrai risarcito. Nel raro caso in cui non sarà riconosciuto il risarcimento non ti sarà chiesto un euro!

Risarcimento Infortuni

In questa sezione trattiamo di risarcimenti per danni causati da: cadute per buche nella strada, strade dissestate, tombini aperti, pavimentazione (rotta o scivolosa), oggetti precipitati (vasi, tegole, rami, ecc.). Studiamo gratis la fattibilità e se ci sono tutti gli estremi ti facciamo avere il risarcimento in tempi rapidi!

Gli infortuni sono eventi molto comuni. Le cause possono essere molteplici come una buca nella strada, una tombino aperto, una pavimentazione rotta o scivolosa, una strada dissestata, un luogo poco illuminato, un oggetto che precipita da un davanzale, la caduta di un ramo. Spesso possono avere conseguenze molto gravi che purtroppo possono portare anche a dei cambiamenti radicali nella propria vita.

Gli infortuni che capitano più spesso riguardano la schiena, le caviglie, le gambe, le ginocchia, la testa o i polsi.

Difeso e Risarcito ti aiuta a capire se i danni che hai subito sono avvenuti a causa di una negligenza di un soggetto pubblico o privato (sia esso una persona fisica o una società).
I fattori da considerare per poter richiedere un risarcimento sono molteplici; per esempio, è fondamentale essere certi della mancanza di avviso dell’insidia che ha provocato il danno (come il cartello “pavimento scivoloso” quando le scale sono bagnate dopo essere state lavate).

Se tu o un tuo caro siete stati vittime di un infortunio con conseguenti danni e non sapete cosa fare o avete bisogno di chiarimenti su come comportarvi per ottenere il risarcimento, non esitate a contattarci al numero 392.800.33.98.

Telefona a Difeso e Risarcito392 800 33 98 Chiamaci subito!
Il 94,6% dei nostri clienti è stato risarcito!

Informazioni Generali

Il proprietario, sia esso pubblico o privato, deve fare tutto il possibile perché un ospite o un cliente o un visitatore si trovi in condizioni di sicurezza tali che si non possa fare male. Il Comune ha la responsabilità di garantire la sicurezza di passaggi pedonali, vie, gradini e marciapiedi. Esercizi come ristoranti, bar, supermercati e negozi devono attuare tutte le misure per evitare che la gente scivoli o si inciampi, devono quindi essere prontamente asciugati i liquidi da terra o segnalati i pavimenti bagnati e vanno mantenuti liberi i percorsi da ostacoli pericolosi.

Nel caso in cui si riesca a dimostrare che il proprietario sapeva, o avrebbe potuto sapere, di un eventuale pericolo che è stato la causa di un danno, allora è possibile procedere con una azione di risarcimento nei suoi confronti.

Ogni infortunio è un caso a sé stante con le proprie caratteristiche: è quindi nel tuo interesse metterti in contatto con uno specialista del settore come DIFESO e RISARCITO telefono 392.800.33.98.

La domanda fondamentale che bisogna porsi per capire se si ha diritto ad ottenere un risarcimento è chiedersi se siamo noi stessi i responsabili dell’incidente cha ci provocato l’infortunio. Per prima cosa è infatti dovere di ciascuno tutelare la propria sicurezza e quindi guardare dove si stanno per mettere i piedi e se l’ambiente nel quale siamo, o nel quale stiamo per entrare, presenta dei pericoli visibili o riconoscibili.

Le domande che seguono possono aiutare a capire se si ha diritto ad un risarcimento:

  • Il proprietario non aveva messo in sicurezza l’ambiente?
  • Il proprietario poteva prevedere il pericolo?
  • Qualcuno si è già fatto male nello stesso posto per lo stesso motivo?
  • Il proprietario può in qualche modo provare di aver fatto una corretta e regolare manutenzione tale da impedire che potesse accadere l’incidente?
  • Il proprietario aveva qualche motivo per lasciare fuori posto quell’oggetto con cui ti sei fatto male? Lo aveva segnalato o messo in sicurezza adeguatamente? C’era un posto più sicuro dove avrebbe potuto lasciarlo?
  • La scarsa illuminazione ha contribuito a causare l’infortunio?
    Se puoi rispondere affermativamente ad almeno una di queste domande potresti avere diritto ad un risarcimento.

Se puoi rispondere affermativamente ad almeno una di queste domande potresti avere diritto ad un risarcimento.

Consigli da mettere in pratica quando capita un infortunio:

  • Fotografie: scattare più fotografie possibili del luogo dell’incidente; cercare di fare intendere a chi le guarda come e dove è avvenuto (per esempio, se si fotografa una buca in una strada conviene fotografare non soltanto la buca ma anche un portone, un numero civico o il nome della via. Bisogna insomma fare capire anche dove si trova la buca!)
  • Testimoni: è fondamentale avere uno o più testimoni che hanno assistito all’infortunio. Bisogna ricordarsi di farsi dare il loro nome e il loro numero di telefono.
  • Avvisi: se l’infortunio capita in un supermercato o in un negozio è importante avvertire immediatamente i gestori o i responsabili della struttura. Se è possibile, è importante farsi dare i dati del responsabile con cui si ha parlato.
  • Documentazione medica: è fondamentale recarsi al Pronto Soccorso e conservare il referto nel quale deve essere espressamente scritto come sono avvenute le lesioni.

I più comuni tipi di infortunio sono:

Caduta e Scivolata

Sono molti gli incidenti che hanno per protagonista una caduta o una scivolata: la caduta da una rampa, da una scala, da un marciapiede, dalla metropolitana o da altro mezzo pubblico. Purtroppo ci possono essere delle conseguenza anche gravi.

Cause. Alcune delle cause più frequenti che possono determinare una caduta o una scivolata possono essere:

  • Un Pavimento bagnato
  • Un Marciapiede sconnesso
  • Un Ostacolo mal illuminato o poco visibile
  • Presenza ingiustificata di Ghiaccio o Neve dove invece andavano rimossi

Traumi. I traumi più comuni che vengono riscontrati possono essere:

  • alla schiena
  • alle caviglie
  • alle ginocchia
  • alle gambe
  • alla testa
  • ai polsi

Per poter capire se si ha diritto ad un risarcimento bisogna porsi una domanda fondamentale: “Sono io il responsabile?”

Se la risposta è completamente, o anche solo parzialmente, negativa allora bisogna farsi un’altra domanda: “Chi è il responsabile dell’incidente che mi ha provocato l’infortunio?”

In questo caso i responsabili si deducono dal contesto nel quale l’incidente è avvenuto:

  • Il Comune ha la responsabilità di garantire la sicurezza di marciapiedi gradini e passaggi. Approfondisci nella sezione CADUTA SU MARCIAPIEDE
  • Un negozio, un ristorante o un supermercato devono correre ai ripari non appena si possa manifestare un rischio ulteriore per i propri clienti: un liquido proveniente da una bottiglia rotta, per esempio, deve essere immediatamente asciugato, i frammenti di vetro rimossi prima che feriscano qualcuno… Approfondisci nella sezione CADUTA IN NEGOZIO E SUPERMERCATO

È per essere tutelato al meglio, per essere sicuro di poter ottenere il risarcimento del danno che hai avuto, che è tuo interesse rivolgerti alla squadra di specialisti di DIFESO e RISARCITO.

Tu non rischi nulla, ti anticipiamo le spese e paghi solo se vieni risarcito, in caso contrario non paghi nulla!

Se vuoi ottenere maggiori informazioni chiamaci o compila il nostro modulo e sarai direttamente contattato da un nostro specialista.

Come puoi leggere nelle testimonianze abbiamo già risolto casi come questo.

Caduta su Marciapiede

Il Comune deve mantenere sicure le proprie strade e le proprie piazze ed i propri marciapiedi. Se ti procuri una lesione a causa di una caduta su un marciapiede disconnesso a causa di una pavimentazione sconnessa o rotta potresti avere diritto ad una richiesta di risarcimento per danni. Questi tipi di infortuni possono essere anche molto gravi; un giovane può cavarsela con un dito di una mano rotto, una persona anziana invece può veder cambiata la propria vita in modo irreparabile.

L’Amministrazione Comunale deve periodicamente controllare lo stato delle sue strade e mantenerle sicure.. Le buche devono essere chiuse. L’asfalto, se manca, deve essere ripristinato. I tombini aperti o scoperchiati devono essere richiusi … Eventuali pericoli, anche durante i lavori di manutenzione, devono essere segnalati con apposita segnaletica.

Se il Comune non ha attuato la manutenzione, o non ha disposto sufficiente segnaletica cui è tenuto, puoi intentare una azione di risarcimento.

Cosa bisogna fare?

  • Fotografare la zona e l’ostacolo che ha causato la lesione. È importante contestualizzare l’oggetto e nella fotografia e ricomprendere anche qualcosa che renda riconoscibile la zona come un cartello stradale o una porta di ingresso. Se si riesce, mettere di fianco all’oggetto una moneta o un righello o un giornale in modo che chi osserva la fotografia possa avere una idea delle varie dimensioni.
  • Testimonianze. Prendere i dati delle persone che hanno assistito all’infortunio per poi ricontattarle.
  • Pronto Soccorso. Andare subito al Pronto Soccorso più vicino per farsi medicare. Controllare che i medici abbiano inserito nel referto le cause del danno.
  • Prognosi. Seguire i giorni di prognosi indicati nel referto. Se al termine del periodo indicato ci si ritiene non guariti è necessario andare da un medico che, se lo riterrà opportuno, potrà aumentarne la durata.
  • Visite Specialistiche. Se indicato recarsi da medici specialisti. Un fisiatra potrebbe ritenere necessario sottoporre il paziente ad una o più sedute di fisioterapia.
  • Fisioterapia. Fare tutte le sedute di terapie che vengono consigliate dai medici.
  • Spese. Tenere tutti gli scontrini e le ricevute per tutte le spese mediche e le cure che si sono sostenute per chiederne il rimborso.

Purtroppo non tutte le richieste di danno verso un ente pubblico si traducono automaticamente in un risarcimento: ogni persona è infatti, in primo luogo, responsabile delle proprie azioni. Questo vuol dire che se l’ostacolo che ti ha provocato il danno è visibile, facilmente identificabile, potresti essere ritenuto in parte responsabile e il risarcimento potrebbe essere di conseguenza diminuito.

Viceversa, se l’infortunio è stato causato da una piccola imperfezione di una strada o di un marciapiede, come un dislivello di pochissimi centimetri, l’Amministrazione Comunale potrebbe sostenere, anche a ragione, di non essere responsabile.

È per essere tutelato al meglio, per essere sicuro di poter ottenere il risarcimento del danno che hai avuto, che è tuo interesse rivolgerti alla squadra di specialisti di DIFESO e RISARCITO.

Tu non rischi nulla, ti anticipiamo le spese e paghi solo se vieni risarcito, in caso contrario non paghi nulla!

Se vuoi ottenere maggiori informazioni chiamaci o compila il nostro modulo e sarai direttamente contattato da un nostro specialista.

Come puoi leggere nelle testimonianze abbiamo già risolto casi come questo.

Caduta in Negozio e Supermercato

Il negoziante ed il proprietario di un negozio è tenuto ad adottare tutte le misure per garantire la sicurezza delle persone che entrano nei propri locali. Sul pavimento non devono essere presenti oggetti che possano fare inciampare o eventuali liquidi che possano fare scivolare devono essere immediatamente rimossi. Le merci non devono essere abbandonate nelle corsie dagli addetti ma devono essere riposte negli scaffali in modo sicuro. Eventuali scale devono essere segnalate, senza ostacoli e non devono essere scivolose. Potrebbe essere necessario anche un corrimano. I gradini devono essere ben illuminati e visibili.


Quando scivoli in un negozio o in un supermercato e ti procuri una lesione potresti avere diritto a richiedere un risarcimento. Una brutta lesione può darti diritto ad avere un risarcimento, anche molto alto. Il supermercato o il negozio potrebbero tentare di liquidare l’infortunio ma potrebbero sottostimare il danno o non ricomprendere tutte le lesioni subite offrendoti una cifra inferiore a quella alla quale avresti diritto.

Cosa bisogna fare?

  • Fotografare la zona e l’ostacolo che ha causato la lesione. È importante contestualizzare l’oggetto e nella fotografia e ricomprendere anche qualcosa che renda riconoscibile la zona come un cartello stradale o una porta di ingresso. Se si riesce, mettere di fianco all’oggetto una moneta o un righello o un giornale in modo che chi osserva la fotografia possa avere una idea delle varie dimensioni.
  • Testimonianze. Prendere i dati delle persone che hanno assistito all’infortunio per poi poterle ricontattare.
  • Denuncia. Fare una denuncia dell’incidente avvenuto ad un dirigente della struttura.
  • Pronto Soccorso. Andare subito al Pronto Soccorso più vicino per farsi medicare. Controllare che i medici abbiano inserito nel referto le cause del danno.
  • Prognosi. Seguire i giorni di prognosi indicati nel referto. Se al termine del periodo indicato ci si ritiene non guariti è necessario andare da un medico che, se lo riterrà opportuno, potrà aumentarne la durata.
  • Visite Specialistiche. Se indicato recarsi da medici specialisti. Un fisiatra potrebbe ritenere necessario sottoporre il paziente ad una o più sedute di fisioterapia.
  • Fisioterapia. Fare tutte le sedute di terapie che vengono consigliate dai medici.
  • Spese. Tenere tutti gli scontrini e le ricevute per tutte le spese mediche e le cure che si sono sostenute per chiederne il rimborso.

Probabilmente il supermercato o il negozio cercherà di dimostrare di non essere responsabile del fatto accaduto.

È per essere tutelato al meglio, per essere sicuro di poter ottenere il risarcimento del danno che hai avuto, che è tuo interesse rivolgerti alla squadra di specialisti di DIFESO e RISARCITO.

Tu non rischi nulla, ti anticipiamo le spese e paghi solo se vieni risarcito, in caso contrario non paghi nulla!

Se vuoi ottenere maggiori informazioni chiamaci o compila il nostro modulo e sarai direttamente contattato da un nostro specialista.

Come puoi leggere nelle testimonianze abbiamo già risolto casi come questo.

Scivolata su Ghiaccio e Neve

Il proprietario di un immobile, come già detto, è tenuto ad assicurarsi di mantenere la sua proprietà in condizioni di sicurezza in modo che i propri ospiti non possano farsi male.

Anche durante la stagione invernale.

Neve e ghiaccio, pertanto, devono essere rimossi da tetti o tettoie ed in ogni luogo di passaggio, parcheggi, marciapiedi, vialetti, scale, ingresso,.. per evitare possibili rischi per la sicurezza degli ospiti del proprietario dell’immobile.

Naturalmente se una scivolata avviene durante, o subito dopo, una nevicata il proprietario difficilmente può essere tenuto responsabile. Bisogna infatti lasciargli il ragionevole tempo per poter mettere la zona in sicurezza. Se invece si crea un innaturale accumulo di ghiaccio e neve il proprietario può essere ritenuto responsabile per un eventuale danno.

Per questo è importante affidarsi alla squadra di Difeso e Risarcito che saprà fare valere le tue ragioni e dimostrare che hai diritto al risarcimento.

Tu non rischi nulla, ti anticipiamo le spese e paghi solo se vieni risarcito!

Se vuoi ottenere maggiori informazioni chiamaci o compila il nostro modulo e sarai direttamente contattato da un nostro specialista.

Come puoi leggere nelle testimonianze abbiamo già risolto casi come questo

Cosa bisogna fare?

  • Fotografare la zona e l’ostacolo che ha causato la lesione. È importante contestualizzare l’oggetto e nella fotografia e ricomprendere anche qualcosa che renda riconoscibile la zona come un cartello stradale o una porta di ingresso. Se si riesce, mettere di fianco all’oggetto una moneta o un righello o un giornale in modo che chi osserva la fotografia possa avere una idea delle varie dimensioni.
  • Testimonianze. Prendere i dati delle persone che hanno assistito all’infortunio per poi ricontattarle.
  • Denuncia. Fare una denuncia dell’incidente avvenuto ad un dirigente della struttura.
  • Pronto Soccorso. Andare subito al Pronto Soccorso più vicino per farsi medicare. Controllare che i medici abbiano inserito nel referto le cause del danno.
  • Prognosi. Seguire i giorni di prognosi indicati nel referto. Se al termine del periodo indicato ci si ritiene non guariti è necessario andare da un medico che, se lo riterrà opportuno, potrà aumentarne la durata.
  • Visite Specialistiche. Se indicato recarsi da medici specialisti. Un fisiatra potrebbe ritenere necessario sottoporre il paziente ad una o più sedute di fisioterapia.
  • Fisioterapia. Fare tutte le sedute di terapie che vengono consigliate dai medici.
  • Spese. Tenere tutti gli scontrini e le ricevute per tutte le spese mediche e le cure che si sono sostenute per chiederne il rimborso.

Probabilmente il proprietario cercherà di dimostrare di non essere responsabile del fatto accaduto.

È per essere tutelato al meglio, per essere sicuro di poter ottenere il risarcimento del danno che hai avuto, che è tuo interesse rivolgerti alla squadra di specialisti di DIFESO e RISARCITO.

Tu non rischi nulla, ti anticipiamo le spese e paghi solo se vieni risarcito, in caso contrario non paghi nulla!

Se vuoi ottenere maggiori informazioni chiamaci o compila il nostro modulo e sarai direttamente contattato da un nostro specialista.

Come puoi leggere nelle testimonianze abbiamo già risolto casi come questo.

Cerca nel sito

Scrivi nel campo sottostante la parola o la frase che cerchi.

Contattaci adesso!

Non ti chiederemo un euro!

Non rischi nulla: la pratica procede a nostre spese. Non ti chiediamo alcuna ricompensa fino al momento in cui tu verrai risarcito.

Nel raro caso in cui non sarà riconosciuto il risarcimento non ti sarà chiesto un euro!

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi