Morti sulla autostrada A10 di Genova. Chi paga il Risarcimento?

Morti sulla autostrada A10 di Genova. Chi paga il Risarcimento?

Crolla il Ponte. I biglietti delle autostrade aumentano ogni anno ma non la Nostra Sicurezza.

Morti sulla autostrada A10 di Genova. Chi paga il Risarcimento? Di chi è la colpa? Le tragedie non dovrebbero mai capitare. Ma fa ancora più rabbia quando le tragedie capitano in luoghi “privatizzati” dove per transitare paghiamo un biglietto (ogni anno più caro), che dovrebbe servire anche per le spese di manutenzione e quindi per evitare che succedano tragedie come quella che invece è appena accaduta.

È nostra ferma opinione che la società Autostrade sia senz’altro responsabile per tutte le morti che sono successe il 14 agosto sulla autostrada a 10 Genova sul viadotto Polcevera detto ponte Morandi. L’unico modo che la Società avrebbe per evitare di pagare i danni sarebbe provare il caso fortuito. Eventualità che, con il passare dei giorni, sta completamente sparendo. Sta infatti emergendo che la situazione strutturale del ponte fosse critica da anni e che in molti sapessero e avessero denunciato e chiesto un intervento a chi di competenza. Si veda ad esempio il link con l’interrogazione del senatore Maurizio Rossi pubblicata da “il sole 24 ore” http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/Online/_Oggetti_Embedded/Documenti/2018/08/14/Interrogazione-Ministro-dei-Trasporti-concessione-Societa-Autostrade-Gronda-Genova.pdf. Intervento ovviamente mai verificatosi.

Non riteniamo, come sta dicendo qualcuno, che manchi la responsabilità e quindi “il colpevole”. Il responsabile è senza dubbio la società Autostrade che pochi anni fa aveva comunicato che il ponte avrebbe retto “per altri 100 anni con una semplice normale manutenzione”. I casi sono 2: o la Società non ha fatto la manutenzione o si è sbagliata a valutare le condizioni del viadotto. In entrambi i casi ha sbagliato. E questo sbaglio è costato molto caro a qualche centinaio di famiglia. Sono infatti oggi saliti a 42 i corpi senza vita ritrovati tra le macerie del ponte.

Difeso e Risarcito si unisce al dolore e alla rabbia dei parenti e, come sempre, si impegnerà e andrà fino in fondo perché i responsabili paghino. Sotto tutti i fronti, penale e civile. Questo non riporterà in vita le persone ma è l’unica cosa che possiamo fare per cercare un po’ di giustizia terrena.

Contattaci! Valutiamo gratuitamente il tuo caso, ti anticipiamo le spese e avviamo per tuo conto la richiesta di risarcimento. Ci paghi solo se otteniamo il risarcimento! Chiamaci subito allo 3928003398 per un parere gratuito o lascia sul sito o a info@difesoerisarcito.it i tuoi dati per essere ricontattato!

Nel frattempo è crollato un altro ponte con altri morti….

 

 

Comments are closed.