Risarcimento per caduta su tombino

Può capitare, oggigiorno sempre con più frequenza viste le condizioni paurose delle nostre strade, di essere vittime di una caduta su un tombino.

È possibile procedere con una Richiesta di Risarcimento danni per Caduta su Tombino?

La risposta in generale è affermativa: si può procedere con una richiesta di risarcimento danni per caduta su tombino.

Come fare la richiesta

Non è consigliabile scrivere da soli la richiesta indirizzandola a chi si ritiene essere il responsabile. È fondamentale che la diffida sia scritta correttamente con tutti gli elementi necessari prescritti dalla legge.

Per esempio è fondamentale la presenza di un testimone. Se nessuno ha assistito alla caduta la Richiesta di Risarcimento danni per la caduta su tombino non avrà sicuramente seguito e non porterà ad alcun risultato. Inoltre il tombino per essere motivo di risarcimento deve aver costituito “una insidia o un trabocchetto”.

Richiesta risarcimento danni per caduta su tombino

Telefona a Difeso e Risarcito392 800 33 98
Chiamaci subito!

Ottieni un parere gratuito!

Il 94.6% dei nostri clienti è stato risarcito!

Altri tipi di risarcimento per caduta

È importante anche a valutare quanto il comportamento del danneggiato abbia influito nella caduta stessa. Se infatti la persona caduta o inciampata ha riportato dei danni perché era distratta o perché guardava sul cellulare qualche cosa, la richiesta di risarcimento può essere compromessa, anche totalmente.

L’insidia e il trabocchetto, si diceva, sono due elementi molto importanti. Il tombino che provoca la caduta, per poter essere qualificato come insidia o trabocchetto, non deve essere visibile da colui che si è procurato i danni. Si pensi per esempio a un tombino coperto dalle foglie, o ad un tombino non visibile a causa della scarsa illuminazione stradale, o ancora un tombino il cui coperchio non sia chiuso correttamente.

Testimonianze dei nostri clienti

Soddisfatto, molto soddisfatto! Risarcimento per una caduta accidentale su pista ciclabile con evidenti lacune manutentive, ottenuto risarcimento congruo sia per danni fisici che materiali. Nella persona del Dott. Antonielli ho trovato competenza chiarezza serietà e massima trasparenza sulla situazione della pratica e del suo evolvere. Consigliato senza riserve. Grazie per l’ottimo lavoro svolto.
A.C.
Un anno fa mi sono fratturata il braccio destro a causa di una caduta sopra un grata situata in un giardino pubblico. Grazie al Dott.re Antonielli e la sua tenacia ho avuto un risarcimento dal comune. Ringrazio anche tutti gli avvocati che fanno parte dell’ associazione “Difeso e Risarcito” i quali aiutano con la loro competenza i cittadini ad avere un risarcimento per il danno subito, senza chiedere nessuna somma di denaro in anticipo.
R.C.
Mi sono rivolto al Dott. Antonielli di Difeso e Risarcito di Torino a riguardo di una problematica connessa ad una caduta accidentale a causa della quale ho subito danni invalidanti alla persona e il Dott. Antonielli si è subito dimostrato un professionista all’altezza del compito affidatogli che ha svolto in maniera impeccabile sotto ogni punto di vista affrontando il caso in tutte le sue sfaccettature e portandolo a termine con grande soddisfazione da parte mia.
A.A.
A causa di una caduta per un tombino aperto, mi sono rotta la cuffia dei rotatori sovraspinato e sottospinato. Dopo varie visite e lunghe attese per l’operazione sono stata operata, bloccata con un tutore per cinque settimana e poi fisioterapia. Per mia fortuna ho mandato una mail al dott. Antonielli. Mi ha spiegato che io non avrei anticipato nulla e solo all’avvenuto risarcimento avrebbe preso la giusta parcella. Non posso che essere grata al dott. Antonielli per il lavoro svolto con Professionalità, Umanità e Onestà. Il risarcimento è arrivato, naturalmente.
V.M.
Mi sono rivolto al Dott. Antonielli di Difeso e Risarcito di Torino a riguardo di una problematica connessa ad una caduta accidentale a causa della quale ho subito danni invalidanti alla persona e il Dott. Antonielli si è subito dimostrato un professionista all’altezza del compito affidatogli che ha svolto in maniera impeccabile sotto ogni punto di vista affrontando il caso in tutte le sue sfaccettature e portandolo a termine con grande soddisfazione da parte mia.
N.Z.
Professionali, efficienti, disponibili e cordiali…Fantastico, ho ottenuto un risarcimento dal comune di Finale Ligure in seguito ad una caduta durante le mie vacanze (lungomare pieno di buche). Un’amica mi ha suggerito “Difeso e Risarcito” e in pochi mesi, grazie all’operato del Dott. Carlo Antonielli, ho ricevuto un cospicuo rimborso che non avrei mai richiesto senza il suo intervento e sopratutto non avrei mai pensato di ottenere. Grazie, grazie e ancora grazie.
M.R.C.

 

Chi è il responsabile

La Richiesta di Risarcimento Danni per la caduta sul tombino va inoltrata, ovviamente, al responsabile della caduta. Ma chi è il responsabile? In linea di massima il responsabile di un tombino che esce dal suolo stradale, o di un tombino rotto è chi è addetto al mantenimento e alla manutenzione, cioè il Comune.

Il Comune infatti risulta proprietario o custode della strada. È il Comune quindi il responsabile secondo l’articolo 2051 del Codice Civile “danno cagionato da cose in custodia”. L’articolo recita “ciascuno è responsabile del danno delle cose che ha in custodia salvo che provi il caso fortuito”.

In linea generale il Comune quindi è sempre responsabile.

Vi sono però alcuni casi in cui il tombino è collocato sul marciapiede e che quel marciapiede risulti di proprietà privata del condominio adiacente. Anche in questo caso, sebbene la proprietà sia del condominio, il Comune può essere ritenuto corresponsabile per la non corretta manutenzione.

Contattaci subito e prenderemo in esame il tuo caso. Non chiediamo anticipi di denaro sino al risarcimento!

Tutti i campi sono obbligatori.

Nome e cognome

Email

Telefono

Ho preso visione e accetto le condizioni per il trattamento dei dati*

* Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati per la richiesta in oggetto. Consenso esplicito secondo il Reg. (UE) 2016/679 (GDPR)

Cosa è il caso fortuito

Il caso fortuito può esonerare il proprietario del bene che ha procurato il danno a non adempiere alla richiesta di risarcimento per le lesioni riportate per la caduta su tombino.

Ma cosa si intende per caso fortuito? Un caso fortuito è un avvenimento eccezionale e non prevedibile. Un fatto che si manifesta all’improvviso.

Cosa fare in caso di caduta su tombino

È fondamentale rivolgersi ad un legale esperto in risarcimento danni per cadute sul tombino. Solo un legale esperto potrà valutare come impostare correttamente la richiesta stessa. Il legale può a sua volta rivolgersi a professionisti i quali, tramite apposite perizie, capiscano se, per esempio, il tombino presenta tutte le caratteristiche prescritte in termini di sicurezza.

È consigliabile non procedere autonomamente. Riceviamo spesso richieste di intervenire per ottenere un risarcimento danni per caduta su un tombino a procedura già iniziata. Quando cioè l’infortunato, che ha agito da solo, ha già avuto una risposta negativa da parte del comune. Purtroppo in certi casi non siamo più in grado di ottenere il risarcimento perché la situazione è oramai compromessa.

Come si quantifica il danno riportato

Il legale incaricato dovrà, attraverso dei professionisti, capire a quanto ammonta il danno riportato dal proprio cliente. Si parla in questo caso di Danni Patrimoniali e Danni Non Patrimoniali.

Per Danno Patrimoniale si intende l’esborso economico che il danneggiato ha dovuto subire ad esempio per le cure mediche che sono state necessarie a causa della caduta. Anche il mancato guadagno per l’impossibilità a lavorare per le lesioni riportate rientra in questo campo.

Il Danno Non Patrimoniale comprende il danno fisico e il danno morale. Il danno fisico dovrà essere valutato da appositi professionisti in termini di percentuale. A seconda della gravità potrà essere quantificato da 1 a 100.

L’abilità di un buon legale sta nell’impostare correttamente la diffida per la richiesta di risarcimento danni per la caduta sul tombino, e valutarne la convenienza, anche economica. In certi casi infatti può non essere consigliabile procedere per ottenere il risarcimento danni per la caduta sul tombino.

DIFESO e RISARCITO si occupa da anni di richiesta di risarcimento per danni per caduta su tombino. Valutiamo attentamente il caso e solo se riteniamo che ci siano buone possibilità di successo procediamo anticipando per conto del nostro cliente il denaro necessario per la richiesta di risarcimento.

Veniamo pagati solamente se è solamente quando otteniamo il risarcimento.

Se hai dei dubbi chiamaci, siamo a tua disposizione!

Telefona a Difeso e Risarcito392 800 33 98
Chiamaci subito!

Ottieni un parere gratuito!

Il 94.6% dei nostri clienti è stato risarcito!

Cerca nel sito

Scrivi nel campo sottostante la parola o la frase che cerchi.

Contattaci adesso!

Non ti chiederemo un euro!

Non rischi nulla: la pratica procede a nostre spese. Non ti chiediamo alcuna ricompensa fino al momento in cui tu verrai risarcito.

Nel raro caso in cui non sarà riconosciuto il risarcimento non ti sarà chiesto un euro!

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi